News

In ricordo di Bruno Ganz

Bruno Ganz si è spento il 16 febbraio 2019 a Zurigo, città in cui è nato nel 1941 e alla quale è rimasto legato per tutta la vita. È stato uno degli attori teatrali e cinematografici più importanti della sua generazione.

Già da adolescente Bruno Ganz si era appassionato alla scena. Dopo gli studi di arte drammatica al Bühnenstudio di Zurigo, ha ottenuto ingaggi a Gottinga e Brema. Qui, nel 1967, ha incontrato il regista Peter Stein con il quale ha collaborato a lungo alla Berliner Schaubühne, che Stein ha diretto dal 1970 al 1985 e a cui Bruno Ganz ha dato un notevole apporto. Ganz ha anche interpretato il Faust nel monumentale «Progetto-Faust» di Peter Stein, della durata di 21 ore e che ha debuttato in occasione dell'Expo di Hannover (2000).

L'attore zurighese ha lavorato anche con altri grandi registi del suo tempo come Peter Zadek, Claus Peymann, Luc Bondy e Dieter Dorn. Fra i momenti salienti della sua carriera va annoverato il Prometeo incatenato di Eschilo, nell’adattamento di Peter Handke e per la regia di Klaus Michael Grüber, portato in scena nel 1986 alla Schaubühne di Berlino e al Festival di Salisburgo.

Bruno Ganz ha ricevuto numerose distinzioni. Fra le più prestigiose figurano l’Anello Hans Reinhart, il massimo riconoscimento in ambito teatrale in Svizzera, conferitogli nel 1991 dalla Società Svizzera di Studi Teatrali. Inoltre, nel 1996, ha ereditato da Josef Meinrad l'Iffland Ring, che da oltre 100 anni viene tramandato dal più importante artista della scena teatrale di lingua tedesca a quello che lui stesso ha designato come degno successore.

Negli anni Settanta Bruno Ganz inizia a dedicarsi al cinema. L’angelo Damiel, al quale ha dato vita ne Il cielo sopra Berlino di Wim Wenders (1987), si è impresso nella memoria collettiva. E straordinaria anche la sua interpretazione di Hitler nel film La caduta di Oliver Hirschbiegel (2004). Il suo ruolo del malinconico cameriere islandese in Pane e Tulipani di Silvio Soldini gli è valso il Premio svizzero del cinema come miglior attore. Bruno Ganz è stato inoltre insignito più volte del Premio del cinema europeo (2000, 2004 e 2010) e ha ottenuto anche il Pardo d’onore alla carriera del Festival di Locarno (2011) e nel 2016 lo Swiss Award – Lifetime Award.

Il suo volto, la sua voce, l'intensità della sua recitazione e l'umanità che riusciva a infondere nei suoi personaggi lo hanno reso inconfondibile e indimenticabile.

Simposio «DisAbility on Stage» a Zurigo

Il teatro e la danza di e con artisti disabili godono di grande popolarità – in Svizzera soprattutto da quando il Theater HORA è stato insignito del Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart nel 2016.

Il 12 e 13 aprile 2019, nell’ambito di un simposio che si terrà presso l’Università delle Arti di Zurigo, verranno presentati i risultati del progetto interdisciplinare sostenuto dal FNS «DisAbility on Stage». Si tratta del primo studio approfondito delle pratiche teatrali e coreiche di e con artisti disabili nelle varie regioni linguistiche della Svizzera. Il convegno porrà l’accento sui metodi di lavoro, la formazione e la ricezione di forme artistiche inclusive da parte del pubblico. Oltre a conferenze e performance, verranno proposti format per favorire il dialogo tra arte e scienza e tra i partecipanti con e senza disabilità.

Il simposio è aperto al pubblico e si svolgerà in tedesco, italiano, inglese, lingua semplice e dei segni. È organizzato dall'Institute for the Performing Arts and Film (IPF) dell'Università delle Arti di Zurigo (ZHdK) in collaborazione con la Società Svizzera di Studi Teatrali (SSST) e l’Accademia Teatro Dimitri, e con il sostegno dell'Accademia svizzera di scienze umane e sociali (ASSU).

Data: 12 e 13 aprile 2019
Luogo: Zürcher Hochschule der Künste (ZHdK), Toni-Areal, Pfingstweidstrasse 96, Zurigo.

Iscrizioni entro il 7 marzo: conference.ipf@zhdk.ch

Fresco di stampa: MIMOS 2018!

Il nuovo numero della collezione MIMOS. Annuari svizzeri del teatro, curata dalla SST, è dedicato al Theater Sgaramusch che quest’anno è stato insignito del Gran Premio svizzero di teatro / Hans Reinhart Ring. Fondata nel 1982 da Urs Beeler e diretta dal 1997 da Nora Vonder Mühll e Stefan Colombo, la compagnia indipendente di Sciaffusa crea spettacoli esigenti sul piano dei contenuti ed estetico, rivolti sia ai bambini che agli adulti. Tramite interviste e contributi di artisti ed esperti provenienti dalla Svizzera e da altri paesi, il presente volume esplora in quattro lingue diversi aspetti del suo lavoro artistico. Il libro tenta inoltre di fare il punto della situazione sul teatro per un pubblico giovane in Svizzera.

L Ordinate MIMOS 2018 online presso l'editore Peter Lang

Hans Reinhart e il suo Anello a Winterthur

Il 15 dicembre 2018, la Collezione Oskar Reinhart di Winterthur ha ospitato negli spazi del suo museo una serata dedicata all’impegno di Hans Reinhart (fratello di Oskar) in favore del teatro, fra cui in particolare l'importante donazione che ha reso possibile istituire l'Anello Hans Reinhart. Conferito per la prima volta dalla SSST nel 1957, questo anello in oro massiccio è tutt’ora il più alto riconoscimento teatrale in Svizzera.

In apertura, il Theater Sgaramusch, vincitore del Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2018, ha presentato il suo spettacolo «Dingdonggrüezi» destinato a un pubblico di grandi e piccini. Nella seconda parte Kerstin Richter, direttrice della Collezione Oskar Reinhart, Andreas Härter, membro del comitato direttivo della SSST, e Paola Gilardi, copresidente della SSST, hanno rievocato la vita e l'attività di mecenate di Hans Reinhart e la storia del prestigioso premio teatrale che porta il suo nome. Il pubblico ha anche avuto l'opportunità di scoprire i volumi della collana «MIMOS. Annuari svizzeri del teatro», che dal 2011 la SSST dedica alle personalità insignite dell’Anello Hans Reinhart.

Organizzata dalla Collezione Oskar Reinhart di Winterthur in collaborazione con l'Ufficio federale della cultura e la SSST, questa manifestazione si inserisce nella serie di eventi per celebrare l'Anno europeo del patrimonio culturale.

Ecco qualche impressione della serata (foto: Claudia Rosiny e Otto Kruse; cliccare per ingrandire):

Presentazione di MIMOS 2018 a Sciaffusa

Il nuovo numero della collezione MIMOS. Annuari svizzeri del teatro, curata dalla SST, è dedicato al Theater Sgaramusch che quest’anno è stato insignito del Gran Premio svizzero di teatro / Hans Reinhart Ring.

Il volume è stato presentato il 7 dicembre 2018 alla Fass-Bühne di Sciaffusa in presenza degli artisti e del presidente del Consiglio di stato del cantone di Sciaffusa. Durante la serata, che ha attirato un folto pubblico, il musicista e cantautore Oliver «GUZ» Maurmann ha proposto alcuni brani del suo nuovo programma e melodie degli spettacoli di Sgaramusch. Organizzato dalla SST in collaborazione con l'Ufficio federale della cultura e il Theater Sgaramusch, l'evento si è svolto nell'ambito della Settimana del libro di Sciaffusa.

Impressioni del vernissage a Sciaffusa (foto: Peter Pfister; cliccare per ingrandire):

Kulturerbe total

Storia(e) delle marionette in Svizzera

Data: Giovedì, 8 novembre 2018, ore 19.00, seguirà un rinfresco
Luogo: Archivio svizzero delle arti della scena SAPA, Schanzenstrasse 15, Berna

L'8 novembre 2018 la SSST ha organizzato a Berna, in collaborazione con l'Archivio svizzero delle arti della scena (SAPA) e l’Istituto di Scienze teatrali (ITW) dell’Università di Berna, una serata dedicata alla storia del teatro di figura in Svizzera. La manifestazione si proponeva di mettere in luce le sinergie tra pratica teatrale, documentazione e ricerca. Sono stati tematizzati anche i desiderata e problematiche di carattere storiografico. Dopo un'introduzione storica da parte di Heidy Greco-Kaufmann, responsabile del settore ricerca e mediazione culturale di SAPA, Laurette Burgholzer ha presentato uno studio attualmente in corso all'ITW e sostenuto dal Fondo nazionale per la ricerca. Inoltre, il burattinaio Kurt Fröhlich ha illustrato la sua proposta di fondare un museo dedicato al teatro di marionette e portato in scena lo spettacolo "Moby Dick".

L’evento rientrava nell’ambito della serie di manifestazioni « La Suisse existe – La Suisse n’existe pas », promossa dall’Accademia di scienze umane e sociali (ASSU) in occasione dell’anno europeo del patrimonio culturale.

Programma dettagliato: La Suisse existe - La Suisse n'existe pas

Ecco qualche impressione della serata:

Convegno Filosofia e teatro

Tema di questo convegno transdisciplinare, che si terrà dal 18 al 20 ottobre 2018 presso il Théâtre La Grange de Dorigny nel campus dell'Università di Losanna, è il rapporto – contrastato e al contempo arricchente – che lega il teatro e la filosofia sin dall'antichità. Il discorso sarà incentrato principalmente sull'analisi filosofica dell’azione scenica (mimesi, imitazione, rappresentazione, incarnazione; relazione con il corpo e il testo; presenza, ecc.), tenendo conto dei contesti storici. Un secondo asse tematico verte sulle sfide e le potenzialità attribuite al teatro e sulle aspettative rivolte alle arti sceniche nelle diverse epoche e oggi. Organizzato da Michael Groneberg, membro del comitato direttivo della SSST, il simposio è sostenuto dalla Facoltà di lettere dell'Università di Losanna, dall'Association les Maîtres de la Caverne, dall'Accademia svizzera delle scienze umane e sociali e dalla SSST.

Un incontro d’eccezione con Ariane Mnouchkine, fondatrice del Théâtre du Soleil di Parigi, è in programma venerdì sera, 19 ottobre.

Programma e iscrizioni entro l’8 ottobre sul sito:

L Filosofia e teatro

Numero speciale di MIMOS per il giubileo 2017 della SSST

ll paesaggio teatrale della Svizzera quadrilingue è estremamente variegato. Il presente volume – pubblicato come numero speciale della collana MIMOS. Annuari svizzeri del teatro a cura di Anne Fournier, Andreas Härter e Beate Hochholdinger-Reiterer – intende mettere in luce questa pluralità, oltrepassando i confini e ponendo in relazione tra loro i differenti universi e linguaggi teatrali. L’occasione è data da un triplice giubileo: i 90 anni della Società Svizzera di Studi Teatrali (SSST), i 60 anni dell’Anello Hans Reinhart e i 25 anni dell’Istituto di Scienze teatrali dell’Università di Berna (ITW). Questa pubblicazione plurilingue riunisce gli atti del convegno Universi teatrali svizzeri, organizzato l’8 e il 9 dicembre 2017 all’ITW di Berna, come pure la trascrizione della tavola rotonda alla quale avevano preso parte personalità insignite dell’Anello Hans Reinhart e che aveva avuto luogo il 25 maggio a Lugano nell’ambito del 4° Incontro del Teatro Svizzero.

L Ordinate qui online il numero speciale di MIMOS per il giubileo 2017 della SSST

Cerimonia di consegna dei Premi svizzeri di teatro a Zurigo

Il 24 maggio, allo Schauspielhaus di Zurigo, si è svolta la cerimonia di consegna dei Premi svizzeri di teatro 2018 in presenza del Presidente della Conferderazione, Alain Berset. Il Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart, il massimo riconoscimento in ambito teatrale in Svizzera è stato attribuito al Theater Sgaramusch per il suo grande impegno a favore del teatro per un pubblico giovane. In questa occasione, Anne Fournier, copresidente della SSST e membro della giuria federale del teatro, ha consegnato a questa compagnia di Sciaffusa l'Anello Hans Reinhart. Inoltre, la SSST sta lavorando a una pubblicazione sul Theater Sgaramusch, che uscirà in dicembre nella collana MIMOS. Annuari svizzeri del teatro.

Ecco alcune impressioni della cerimonia di premiazione (foto: Adrian Moser / UFC):

Assemblea generale 2018

L’assemblea generale ordinaria della SSST ha avuto luogo sabato 26 maggio, alle 15, alla Zürcher Hochschule der Künste.

Foto: Niklaus Spoerri

Il Theater Sgaramusch si aggiudica il Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2018

Il massimo riconoscimento svizzero in ambito teatrale quest'anno è stato assegnato al Theater Sgaramusch di Sciaffusa per la continuità con cui s’impegna a favore del teatro per il pubblico giovane. Fondato nel 1982 da Urs Beeler, il Theater Sgaramusch è diretto da una ventina d'anni da Nora Vonder Mühll e Stefan Colombo. Gli altri cinque Premi svizzeri di teatro vanno al festival wildwuchs, alla produttrice Gabi Bernetta, alla regista e direttrice teatrale Anne Bisang, all’attore e regista Oscar Gómez Mata e al pioniere del teatro musicale Ruedi Häusermann.

La cerimonia di premiazione avrà luogo allo Schauspielhaus di Zurigo il 24 maggio prossimo nell'ambito dell'Incontro del Teatro Svizzero e alla presenza di Alain Berset, presidente della Confederazione.

L Comunicato stampa dell'UFC, 26.04.2018

Vernissage di MIMOS 2017 a Berlino

Il nuovo numero della collezione plurilingue MIMOS. Annuari svizzeri del teatro, curata dalla SST, è dedicato all’attrice Ursina Lardi. Tramite analisi particolareggiate, interviste e i contributi di artisti del calibro di Romeo Castellucci, Thomas Ostermeier o Milo Rau il volume consente di scoprire l’ampio ventaglio dell’attività artistica di Ursina Lardi, vincitrice del Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2017.

Nell’ambito del vernissage del libro, che si è svolto il 16 dicembre 2017 alla Schaubühne di Berlino, Ursina Lardi ha discusso della sua carriera artistica con il critico teatrale Andreas Wilink. I numerosi invitati hanno anche avuto l’occasione di assistere a una rappresentazione della pièce Die kleinen Füchse (Piccole volpi), per la regia di Thomas Ostermeier e con Ursina Lardi in uno dei ruoli principali. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l’Ufficio federale della cultura, l’Ambasciata di Svizzera in Germania e la Schaubühne di Berlino.

Ecco alcune immagini del vernissage di MIMOS 2017 a Berlino (foto: Paola Gilardi):

Articolo sul convegno per il giubileo a Berna

Quest'anno l'Istituto di scienze teatrali dell'Università di Berna (ITW) e la Società Svizzera di Studi Teatrali (SSST) festeggiano i 25 anni, rispettivamente i 90 anni d'esistenza. Per l'occasione, l'8 e il 9 dicembre 2017 le due istituzioni hanno organizzato il convegno «Schweizer Theaterwelten / La Suisse – ses théâtres en scène / Universi teatrali svizzeri», tenutosi all'Università di Berna. Le ricercatrici e i ricercatori invitati, provenienti da tutta la Svizzera, hanno trattato tematiche quali l'eterogeneità e il plurilinguismo della scena teatrale svizzera. La rivista online dell'Università di Berna ha dedicato al convegno un ampio articolo.

L Link sulla rivista online dell'Università di Berna

Convegno a Berna per festeggiare il giubileo

Quest'anno la Società Svizzera di Studi Teatrali (SSST) festeggia tre giubilei: i 90 anni dalla sua fondazione, i 60 anni dell'Anello Hans Reinhart e i 25 anni dell'Istituto di scienze teatrali dell'Università di Berna (ITW).

Per l'occasione, l'8 e 9 dicembre 2017 la SSST e l'ITW hanno organizzato un convegno all'Università di Berna, in cui si ha avuto modo, da un lato, di scavare nella storia della SSST e dell'Anello Hans Reinhart e, dall'alltro, di riflettere sulla situazione attuale della scena teatrale nella Svizzera plurilingue e multiculturale.

Il convegno ha preso avvio con la conferenza d'apertura del prof. Thomas Hunkeler (Università di Friburgo) sul plurilinguismo teatrale. Al suo intervento ha fatto seguito l'inaugurazione della mostra dedicata a Oskar Eberle, regista, autore e cofondatore della SSST, e la presentazione del nuovo volume della collana MIMOS. Annuari svizzeri del teatro, dedicato all'attrice Ursina Lardi, vincitrice del Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2017.

Programma: theaterwissenschaft.unibe.ch

Ecco alcune impressioni dell'apertura del convegno, venerdì 8.12., e della giornata di sabato, 9.12. (foto: Sandro Griesser):

© Adrian Moser / BAK

Ursina Lardi vince il Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2017

ll Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2017, massimo riconoscimento teatrale a livello nazionale, è stato assegnato alla attrice grigionese Ursina Lardi. La consegna da parte del consigliere federale Alain Berset e del co-presidente della SSST, Andreas Härter, è avvenuta il 24 maggio in occasione dell’apertura dell’Incontro del Teatro Svizzero al LAC Lugano Arte e Cultura.

Il premio ha un valore di 100 000 franchi e prosegue la tradizione dell’Anello Hans Reinhart, istituito dalla SSST nel 1957. Quest’anno la SSST consegna per la sessantesima volta un Anello Hans Reinhart, realizzato su misura per la vincitrice. Ne documenta inoltre l’attività artistica nell'ambito della collana MIMOS. Annuari svizzeri del teatro.

L Comunicato stampa del 24.05.2017

Un folto pubblico al dibattito a Lugano

Per festeggiare i 60 anni dell’Anello Hans Reinhart, il 25 maggio 2017 la Società Svizzera di Studi Teatrali ha organizzato una tavola rotonda nell’ambito dell’Incontro del teatro svizzero. Il dibattito plurilingue, che si è svolto al LAC Lugano Arti e Cultura, è stato seguito da un folto pubblico proveniente da tutta la Svizzera. Tre artisti insigniti dell’Anello Hans Reinhart – Gardi Hutter, Giovanni Netzer e Omar Porras – hanno discusso con i critici teatrali Andreas Klaeui e Pierre Lepori su questioni come l’impatto di riconoscimenti nazionali nella variegata e frastagliata scena teatrale elvetica o le possibilità per incentivare maggiormente gli scambi interregionali e internazionali.

Ecco alcune immagini della tavola rotonda tenutasi a Lugano:

Spielwiesen des Globalen: 2. Band der Reihe "itw: im dialog" erschienen

»itw : im dialog« wirft in regelmäßig erscheinenden Ausgaben einen Blick auf Ästhetiken, Tendenzen und Themen des internationalen Gegenwartstheaters.

Der zweite Band, das Buch zum Symposium »itw : im dialog – Spielwiesen des Globalen«, reflektiert die Funktion von internationalen Theaterfestivals, Gastspielhäusern und spezifischen Theaterproduktionen. Im Fokus stehen hierbei die ästhetischen, kulturpolitischen sowie die gesellschaftlichen Dimensionen des gegenwärtigen Theaters.

Das Buch versammelt Vorträge, Gespräche mit KünstlerInnen und Aufführungsanalysen zeitgenössischer Inszenierungen und Performances von Christophe Meierhans, Ontroerend Goed, Robbert&Frank/Frank&Robbert, Schick/Gremaud/Pavillon, Tom Struyf, TricksterP und White on White. 

L Zum E-book

MIMOS 2016: vernissage del libro alla Rote Fabrik

La presentazione dell'attuale edizione di MIMOS. Annuario svizzero del teatro , dedicata al Theater HORA, ha avuto luogo il 13 gennaio 2017 alla Rote Fabrik di Zurigo. La musica della HORA'BAND ha allietato la serata e il folto pubblico ha avuto anche la  possibilità di assistere alla versione pilota della nuova produzione di HORA Gespräche über Gott (Dialoghi su Dio).

L Impressioni della presentazione di Mimos 2016 a Zurigo

Fresco di stampa: MIMOS 2016!

Curati da specialisti del settore e riccamente illustrati, i volumi plurilingui della collana MIMOS. Annuario svizzero del teatro sono rivolti a ricercatori come pure a un vasto pubblico.

L'edizione 2016 è dedicata all’ampio ventaglio dell’espressione artistica e all’evoluzione più recente del Theater HORA. Il gruppo zurighese, fondato nel 1993 come laboratorio artistico per persone con una disabilità mentale, è divenuto oggi una «Libera Repubblica» alla conquista della scena internazionale.

L Ordinate il libro nell'online-shop dell'editore Peter Lang
Theatre HORA

Anello Reinhart 2016 a Theater HORA

La compagnia Theater HORA di Zurigo è la vincitrice del Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2016. Attribuendo il premio, l’Ufficio federale della cultura distingue un’istituzione che da un quarto di secolo permette alle persone con disabilità mentali di fare teatro a livello professionale. L’importante riconoscimento è stato consegnato in presenza del consigliere federale Alain Berset sul palco del Théâtre de Carouge di Ginevra. La consegna dei Premi svizzeri di teatro si è svolta durante l’inaugurazione della terza edizione dell’Incontro svizzero dei teatri, ospitato per la prima volta nella Svizzera francese.

Su raccomandazione della giuria federale del teatro, l’Ufficio federale della cultura attribuisce il maggiore riconoscimento teatrale nazionale alla compagnia Theater HORA per la prospettiva globale che coinvolge persone con disabilità mentali. Theater HORA non fa concessioni di alcun genere, tantomeno artistiche, ed è oggi conosciuto ben al di là dei confini nazionali. Fondato nel 1989 dal pedagogo teatrale Michael Elber, dal 2003 fa parte della fondazione Züriwerk. Dal 2009 Theater HORA permette a persone con disabilità mentali di seguire una formazione teatrale riconosciuta. Nel 2013 lo spettacolo «Disabled Theater», diretto dal coreografo francese Jerôme Bel, è stato invitato agli Incontri teatrali di Berlino e ha ricevuto un Premio svizzero di danza. Da allora Theater HORA è in tournée in tutto il mondo. 

esense GmbH